Piatti e Vini della Tradizione

Enogastronomia

Pastarelle Salentine: delizie per la colazione

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Pastarelle salentine: una vera delizia a colazione!

Friabili e fragranti, le pastareddhe, così chiamate in dialetto salentino, e meglio conosciute in italiano come pastarelle salentine o pugliesi, sono dei biscotti dalla forma rettangolare preparati tantissimo tempo fa dalle sapienti mani delle massaie e nonne pugliesi. La ricetta salentina tradizionale delle pastarelle si protrae ancora oggi con le più originali varianti. Il loro profumo ed il loro gusto  una volta inzuppate nel latte, restano però inconfondibili e sono in grado di far ritornare chiunque bambino e godersi una merenda o una colazione all'insegna del buon gusto grazie alla bontà di questo dolce tradizionale tutto salentino!

Le pastarelle pugliesi, una vera specialità che accontenta ogni palato

Il Salento è ricco di ricette prelibate, a cui è davvero difficile resistere! Quella delle pastarelle salentine è proprio una delle ricette tradizionali che affonda le radici nel Salento e nelle antiche donne che qui vivevano e si divertivano a realizzare prodotti da forno squisiti con i pochi ingredienti che a quel tempo erano disponibili, come uova, farina, latte ecc. , ingredienti poveri ma ritenuti fondamentali ed essenziali per una corretta nutrizione in grado di garantire il sostentamento dell'intera famiglia. 

Le pastarelle pugliesi sono biscotti molto semplici e croccanti, dal gusto dolce e delicato, solitamente ammorbiditi nel latte e quindi consumati per lo più a colazione, ma si rivelano ottimi anche per merenda, accompagnati da una tazza di thè o da un caffè! In passato l'impasto delle pastarelle veniva solitamente preparato in casa e disposto su delle teglie che le massaie portavano dai panettieri, in modo da cuocere i biscotti all'interno dei forni a legna, dato che non tutte le famiglie avevano ancora la fortuna di possedere un forno in casa.

Il risultato era ed è ancora oggi incantevole: un profumo inebriante ed un gusto casereccio e genuino, come solo una vera ricetta salentina può darci!

La ricetta originale delle pastarelle salentine

Realizzare le pastarelle salentine sarà un gioco da ragazzi! Costituite da pochi e semplici ingredienti, le pastarelle sono in grado di conquistare chiunque con la loro dolcezza ed il loro inconfondibile gusto...anzi, una volta imparata la ricetta, non potrete fare a meno di replicarla ogni qualvolta ne avrete voglia! La ricetta tradizionale di questo tipico dolce del Salento, prevede l'uso dell'ammoniaca per facilitare la lievitazione, anche se bisogna fare attenzione a non eccedere per evitare un retrogusto spiacevole.

Vediamo allora quali sono gli ingredienti necessari per realizzare le gustosissime pastarelle salentine:

500 gr di farina 00

2 uova medie

70 gr di olio evo 

150 gr di zucchero

10 gr di ammoniaca per dolci o una bustina di lievito per dolci

latte q.b.

1 limone

zucchero di canna 

Preparazione delle pastarelle

Mettere in un pentolino l'olio e una scorza di limone e fare riscaldare a fiamma bassa fino a quando incominciate a vedere il fumo. Spegnete e lasciate intiepidire. Nel frattempo setacciare la farina e disporla a fontana su un piano da lavoro, lasciandone da parte 100 gr da utilizzare alla fine per lavorare meglio il composto. Al centro aggiungere lo zucchero e la scorza grattuggiata di un limone. Fate riscaldare un pò di latte e sciogliete l'ammoniaca in polvere (attenzione: il latte deve essere tiepido e non bollente!).

Versare poi nella farina l'olio caldo ed iniziare ad impastare, aggiungere anche il latte con l'ammoniaca e continuare ad impastare. Infine aggiungere le uova ed impastare fino all'ottenimento di un impasto morbido. Se l'impasto vi sembra appiccicoso, aiutatevi con la farina messa da parte all'inizio, se invece quest'ultimo risulta troppo compatto, aggiungete ancora un altro pò di latte e continuate ad impastare per raggiungere la giusta consistenza dell'impasto finale.

Dal composto ricavare tanti mattoncini di forma rettangolare, da schiacciare leggermente in superficie. Foderare le teglie con carta forno e su un piatto versare un pò di zucchero di canna. Passate ogni biscotto nello zucchero e disponetelo sulla teglia. Procedere allo stesso modo per tutti i biscotti. Infornare a 180 gradi i vostri biscotti, lasciandoli cuocere per 20-25 min.

Lasciare raffreddare prima di servire.

Search

Chiama l'hotel La Collinetta di Torre Vado
Contatta l'hotel La Collinetta di Torre Vado
Chiedi informazioni dirette all'hotel La Collinetta di Torre Vado