Piatti e Vini della Tradizione

Enogastronomia

Fichi e Fichi d'india: i frutti più gustosi dell'estate salentina!

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Le tavole salentine si trasformano ogni estate in banchetti trionfanti di prelibatezze e leccornie di ogni tipo, come un quadro ricco di colori e…sapori!Su ogni tavola che si rispetti non possono mancare, gli antipasti, i primi, i contorni ed ancor di più, nella stagione estiva immancabile è un bel cesto di frutta fresca, fondamentale per idratarsi e rinfrescarsi dopo una giornata al mare o concludere un pasto con un bel pieno di vitamine e sali minerali! Nelle ceste di frutta salentine, assieme ad anguria, albicocche e pesche, protagonisti della bella stagione, sono 2 frutti, piccoli, ma gustosi e super nutrienti che tutti dovrebbero assaggiare almeno una volta nella loro vita: sono i fichi e fichi d’india, vere e proprie prelibatezze salentine di cui fare scorpacciata e da gustare in compagnia a fine pasto o come merenda pomeridiana!

Fichi salentini: tutto il sapore d’estate in un boccone!

I fichi sono da sempre uno dei frutti più consumati dagli abitanti del Meridione e soprattutto del Salento, lì dove è facile trovare alberi di fico che crescono spontanei nelle campagne. Il fico, ha infatti una tradizione antichissima nel Salento, tant’è che per anni le campagne salentine erano costellate da estesi ficheti che permettevano una grande produzione di fichi freschi e secchi,ed il cui commercio aveva dato vita ad un’economia florida, solo seconda alle importazioni di olio e vino. Le varietà di fichi salentini sono numerosissime: quelle più conosciute e diffuse sono ad esempio il fico ‘casciteddha’ o fica Calimera, una delle varietà che produce gustosi fioroni dalla polpa rosso-violacea, molto dolce e succosa, o il fico ‘Maranciana’, dal gusto delicato e dolce, ed il fico ‘Culummara’ che produce una grande quantità di fioroni nel mese di giugno ed agosto; queste sono in realtà però solo 3 delle 90 varietà di fichi identificate nella terra salentina.  Solitamente il periodo dell’estate più indicato per gustare i fichi salentini è la seconda metà d’agosto, ed è proprio una specialità a cui è impossibile resistere,per la dolcezza inconfondibile di questi frutti e per gli innumerevoli benefici che essi apportano al nostro organismo: i fichi salentini sono infatti ricchi di potassio, ferro e vitamine A, B1 e B2.

I fichi salentini sono buoni da gustare freschi, quindi appena raccolti, ma venivano e vengono utilizzati ancora oggi per preparare dolci tipici della cucina salentina, come marmellate e confetture ottime per condire dolci e crostate, e che è possibile accompagnare anche a formaggi stagionati o semi-stagionati per esaltare ancor di più quest’incrocio ardito di sapori. Tipici della tradizione sono invece i fichi secchi, essiccati al sole in maniera naturale e farciti a seconda dei gusti con mandorle, cannella, cioccolato o buccia di limone, vera leccornia per grandi e piccini!

Fichi d’india: frutti dalla corazza pungente, ma dal cuore fresco e dolce

Il Salento, non è Salento senza fichi d’India! Frutto esotico per eccellenza, il fico d’India è un vero e proprio simbolo di questa terra!  Appartenente alla famiglia delle Cactaceae, proveniente dal Messico, l’Opuntia ficus, è questo il suo nome scientifico, è uno dei frutti più buoni da gustare in Salento! La pianta del fico d’India è riconoscibile dalle sue pale(fusti dalla forma piatta e ovale), sulle quali nascono i fiori che daranno vita a questi gustosi frutti dalla superficie spinosa e dai colori differenti(che variano dal giallo-arancione al fucsia-rosso) a seconda delle varietà. Anche questi frutti particolarissimi, proprio così  come i fichi salentini, possiedono innumerevoli proprietà benefiche: il fico d’India è composto per la maggior parte di acqua e per la restante percentuale di fibre, proteine e grassi che danno la giusta energia all’organismo! Il sapore di questi frutti esotici, che ricorda molto quello fresco ed estivo della papaya, varia a seconda delle varietà e può definirsi come un vero e proprio mix tra dolcezza e un sapore pungente e acido, in grado di risvegliare sensazioni nuove e particolari per ogni palato!

I fichi d’India sono molto versatili in cucina: si prestano alla realizzazione di piatti crudi e cotti, come chips di fichi, impanate e fritte in padella o l’utilizzo di fiori e frutti come condimento per insalate. Il succo dei fichi d’india è invece ottimo per condire risotti e primi piatti, dando un tocco fresco e anticonformista alla propria cucina!

Search

Chiama l'hotel La Collinetta di Torre Vado
Contatta l'hotel La Collinetta di Torre Vado
Chiedi informazioni dirette all'hotel La Collinetta di Torre Vado