Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Una cultura gastronomica che unisce da secoli tradizione ed innovazione contribuisce a rendere ancor più ricco ed incantevole il Salento,oggi luogo immutato di antiche tradizioni culinarie e prelibatezze poco conosciute. Salento e buona cucina si sa, sono ormai un’accoppiata vincente! Sono infatti tantissime le specialità salentine come il rustico leccese, le pettole e tanti altri gustosi piatti che ormai godono di grande fama in tutta Italia, e non solo in tutto il mondo! Ma ci sono delle specialità della penisola salentina che probabilmente solo in pochi conoscono: i liquori salentini!   

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Siamo a tavola ed abbiamo appena finito di mangiare, ma ci sale improvvisamente uno strano languorino, oppure ci siamo appena svegliati dalla nostra siesta pomeridiana e cerchiamo un dolce sublime, che possa degnamente accompagnare il caffè che berremo per dare una carica in più alla nostra giornata!Il degno accompagnatore del vostro caffè, se ancora non lo conoscete, ve lo presentiamo noi …è il fruttone!     

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Salento e buon cibo, sono da sempre un abbinamento spettacolare, in cui tradizione e innovazione si intrecciano continuamente. Sono molti i visitatori e turisti che restano ammaliati dai racconti delle massaie ed anziane salentine che svelano loro i segreti preziosi di questa buonissima cucina, e che ogni anno ritornano nel nostro amato Salento per poter assaggiare i nostri piatti e poter godere per l’ennesima volta della loro bontà!

Il piatto che non può mancare sulle tavole dei salentini, sono le sagne ‘ncannulate, il piatto della domenica per eccellenza! Questo è infatti uno dei piatti che assieme alle altre specialità di mare e terra della zona, hanno fatto la storia della cucina di questo piccolo angolo d’Italia! Ma cosa sono le sagne ‘ncannulate? Scopriamo insieme tutti  i trucchi magici di questa gustosissima ricetta, per realizzare delle sagne ‘ncannulate perfette e rendere felice a tavola tutta la nostra famiglia, che sarà entusiasta di assaggiare questo super piatto!

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Pasqua, una delle feste più attese dell’anno, in grado di rallegrare grandi e piccini è alle porte! Le più affaccendate casalinghe sono già pronte con il matterello in mano e scorte di chili di farina a realizzare alcune delle più buone prelibatezze che si realizzano per il periodo pasquale! Come per ogni festa, protagonisti sono la tavola ed il cibo, che diventano ogni anno un buon motivo per riunirsi a tavola e festeggiare con i parenti e gli amici! I dolci pasquali non possono di certo mancare sulla nostra tavola, dalle classiche uova di cioccolato, alle dolcissime colombe pasquali fino alle più antiche ricette di cui solo le nostre care nonne conoscono i segreti! Oggi vogliamo proprio svelarvi gli ingredienti ed i segreti di un’antica ricetta tradizionale che si usava realizzare nel periodo di Pasqua soprattutto nelle regioni del Sud e che sopravvive ancora oggi sulle tavole di molte casalinghe, affezionate alle squisite tradizioni del passato: la cuddhura cu l’ove!

Search

Chiama l'hotel La Collinetta di Torre Vado
Contatta l'hotel La Collinetta di Torre Vado
Chiedi informazioni dirette all'hotel La Collinetta di Torre Vado